Forse non sapevi che … a Lainate la scuola è sempre al centro

lim

Martedì 30 ottobre il Consiglio Comunale ha approvato il 10° Piano di Diritto allo Studio delle amministrazioni guidate da Alberto Landonio. 10 anni di impegno per la scuola e con tutto il mondo scuola (docenti, dirigenti, genitori, associazioni, ecc.) per il benessere e la crescita delle nuove generazioni di cittadini lainatesi. Il Piano di Diritto allo Studio ha una ricaduta su circa 2700 bambini e ragazzi.

In questi 10 anni sono stati investiti ben 10.927.000 euro, cioè mediamente oltre 1.000.000 di euro all’anno, destinati a consolidare e sostenere progetti improntati alla socialità, alla legalità, al rispetto dell’ambiente, della natura e delle persone, per porre un aula le basi del divenire donne e uomini consapevoli, partecipi, responsabili. Il Piano di Diritto allo Studio non dimentica i soggetti che hanno maggiori difficoltà con i progetti di mediazione e di promozione del benessere.

Ma l’impegno di questi dieci anni si è esteso anche alle strutture scolastiche che sono il luogo necessario in cui vivere la scuola e per questo devono essere adeguate, sicure, belle … In aggiunta alle cifre sopra indicate, questo impegno si è concretizzato in oltre 5 milioni di euro  di interventi: rifacimento di tetti, dei bagni, nuove aree gioco delle materne, sostituzione dei serramenti interni e esterni, imbiancature, interventi per la sicurezza antisismica … solo per ricordarne qualcuno.

Posted in Home | Commenti disabilitati su Forse non sapevi che … a Lainate la scuola è sempre al centro

FORSE NON SAPEVI CHE…a Lainate non si fa cassa con le multe!

multa

Forse non sapevi che a Lainate il Comune non fa cassa con le multe che anzi rappresentano una parte veramente minimale delle entrate comunali. Negli ultimi quattro anni, nel nostro Bilancio Comunale sono state mediamente incassate multe per circa 350 mila euro a fronte di un totale delle entrate comunali che supera i 16 milioni di euro. Stiamo parlando quindi di un’incidenza di poco superiore al 2%! Una cifra che dimostra quante leggende metropolitane circolino sulla gestione dei soldi pubblici e che chiarisce che non c’è nessuna volontà di fare cassa con le sanzioni.

Ricordiamo, tra l’altro, che le entrate relative alle multe devono essere destinate per il 50% al miglioramento della sicurezza (anche viabilistica) e che, quindi, i soldi che i cittadini versano per aver violato qualche norma sono destinati comunque al miglioramento della vita degli stessi cittadini.

Un messaggio importante per non fare confusione ed evitare giudizi sommari e “di pancia”.

Posted in Home | Commenti disabilitati su FORSE NON SAPEVI CHE…a Lainate non si fa cassa con le multe!

FORSE NON SAPEVI CHE… ABBIAMO RISOLTO IL PROBLEMA DEL PARCHEGGIO DI VIA ARIOSTO

parcheggio

Forse non sapevi che negli ultimi mesi abbiamo risolto l’annoso problema del parcheggio di via Ariosto, situato nei pressi delle scuole elementari e medie di Barbaiana.

Per una complicata questione burocratica, il parcheggio realizzato circa 20 anni fa era rimasto di proprietà privata, ancorchè utilizzato da tanti cittadini, e non era possibile effettuare le necessarie manutenzioni.

Da qualche mese, grazie alla collaborazione degli uffici e alla tenacia dell’Amministrazione, il parcheggio è finalmente diventato di proprietà comunale ed è stato adeguatamente asfaltato e ripristinato.

Un altro esempio della necessità di avere a Lainate un gruppo di amministratori capaci che non scappa davanti alle responsabilità ed è in grado di risolvere i problemi…

Posted in Home | Commenti disabilitati su FORSE NON SAPEVI CHE… ABBIAMO RISOLTO IL PROBLEMA DEL PARCHEGGIO DI VIA ARIOSTO

FORSE NON SAPEVI CHE… A LAINATE CONTINUA SENZA SOSTE IL SOSTEGNO ALLO SPORT

mandela
Forse non sapevi che anche quest’anno l’Amministrazione Comunale sostiene con significativi contributi l’attività delle associazioni sportive del territorio. Con delibera di Giunta Comunale n. 152 del 9 luglio 2018 sono stati infatti assegnati circa 30.000 euro di contributi alle realtà lainatesi, con particolare attenzione per quelle che operano con i ragazzi più giovani.
In questi anni, tanto è stato fatto per lo sport: nuove strutture sono state realizzate e altre sono in procinto di partire (la pista di pump track, per esempio). Tutti gli sport, anche quelli considerati “minori”, hanno avuto il giusto rilievo e la massima attenzione da parte dell’Amministrazione che ha ristrutturato centri sportivi, palestre, spazi all’aperto.
piscina
E’ bello pensare che un bella fetta di questo investimento continuo sullo sport sia stata dedicata ogni anno (e anche nel 2018) a chi dedica tempo e risorse per far crescere i ragazzi in modo sano ed equilibrato. Grazie quindi a tutti coloro che dedicano tempo nello sport a favore dei nostri giovani e alla Giunta Comunale che ha saputo valorizzare correttamente questo grande impegno.
calcio
Posted in Home | Commenti disabilitati su FORSE NON SAPEVI CHE… A LAINATE CONTINUA SENZA SOSTE IL SOSTEGNO ALLO SPORT

FORSE NON SAPEVI CHE… NOVITA’ PER LE PERSONE FRAGILI RICOVERATE

badanti

Forse non sapevi che a partire dal corrente mese di luglio è stata definita una nuova procedura per la pianificazione della dimissione ospedaliera.

Dopo oltre un anno di lavoro in collaborazione ASST, ATS, Sercop, funzionari e assistenti sociali dei Comuni di Rho, Lainate, Arese e Settimo, è stato infatti definita la procedura di “Presa in carico unica” di persone fragili, ultra 65enni, per la gestione delle dimissioni ospedaliere nei casi in cui non sia possibile il rientro presso l’abitazione.
 
La presa in carico unica consente di gestire i problemi socio-sanitari di persone fragili ricoverate in ospedale sin dal momento del ricovero, con modalità condivise e concordate fra i soggetti che a diverso titolo hanno in carico persone per le quali è richiesto un intervento di tutela e assistenza sanitaria, sociale ed assistenziale.
 
Come funziona il protocollo:
·         Entro 48 dal ricovero viene effettuata dal personale ospedaliero la valutazione delle condizioni fisiche e sociali del ricoverato allo scopo di individuare da subito i pazienti che necessitano di un piano di dimissioni o che sono a rischio di dimissione difficile.  Viene dato subito avvio alla condivisione col servizio sociale del Comune di residenza.
·         72 ore prima delle  dimissioni si effettua nuova valutazione e viene definita la situazione di bisogno sotto ogni aspetto.
·         Entro 24 dalla comunicazione della situazione di bisogno, il servizio sociale comunale deve rispondere e dare appuntamento alla famiglia del paziente e all’assistente sociale dell’ospedale per una valutazione congiunta e per la predisposizione di tutte le occorrenze (ausili, assistenza sanitaria, sociale ecc, oppure ricovero in altra struttura). Se la soluzione è il ricovero in altre strutture, il servizio sociale comunale deve individuare la struttura idonea e il Comune di residenza deve anticipare il sostegno a tutte le spese di ricovero in attesa del completamento dell’iter relativo al pagamento delle spese ed alla compartecipazione delle medesime.
 
–    Le dimissioni concordate avvengono solo nel momento in cui tutte le necessità della persona trovano risposta, quindi la persona torna al domicilio solo in condizioni di completa tutela.
 
La sperimentazione parte dal primo luglio 2018 in tutti i Comuni del Rhodense. Il protocollo riguarda le persone fragili ricoverate presso gli Ospedali di Garbagnate, Passirana, Rho e nei reparti di medicina generale e cardiologia, no ortopedia e chirurgia perché la fragilità è valutata in particolare rispetto alle patologie croniche.
 
Un esempio concreto per porre “la persona al centro” e per rendere concreto il concetto di solidarietà, sussidiarietà e collaborazione tra le istituzioni. Un grazie quindi e un grande complimento alle strutture comunali, all’assessore ai Servizi Sociali che hanno creduto in questo percorso.
Posted in Home | Commenti disabilitati su FORSE NON SAPEVI CHE… NOVITA’ PER LE PERSONE FRAGILI RICOVERATE